Area Privata
Arte e Restauri 

Seguimi su:    

Biografia
Un riassunto e qualche commento
 

Nata a Marsala il 23 settembre 1981 e residente a Roma da alcuni anni, ha da sempre dedicato con passione il suo tempo all'arte in ogni sua forma.
Si è diplomata al Liceo Artistico di Trapani e, con il massimo dei voti, nel 2003 ha conseguito il diploma di laurea all'Accademia di Belle Arti "Kandinskj", sempre a Trapani.

Ma è l'esperienza vissuta a Firenze nel 2006 che, al termine di impegnativi studi effettuati all'Istituto per l'Arte ed il Restauro di Palazzo SPINELLI, le dà la possibilità di entrare nel mondo del restauro, conseguendo il Diploma di "Tecnico esperto in restauro di ceramica e materiale lapideo" ed ottenendo diverse altre qualifiche rilasciate dallo stesso Istituto Spinelli, dalla Regione Toscana (livello di qualificazione Europeo "IV.a e III.c") e dalla Regione Lazio per il restauro di dipinti su tela.

Numerosi ruoli professionali ricoperti in questo affascinante campo hanno contribuito in maniera sostanziale alla sua crescita e affermazione professionale. "Restauratrice" è il titolo di cui si è fregiata per incarichi assegnateli dalla Provincia Regionale di Trapani in più occasioni, da privati per dipinti su tela - una fra tante "Le spigolatrici" del Giambecchina - e per un altorilievo in maiolica dell'inizio del '900.
Il percorso artistico, indirizzato alla ricerca di nuove forme espressive attraverso tele e colori, non si è comunque fermato. La sua mano delicata e saggia veicola sensazioni, sentimenti e stati d'animo puri, guidata da una mente immersa in mari lontani e spesso ignara di ciò che avviene fuori dal suo piccolo laboratorio, in un borgho magico e seducente come Calcata. Le sue opere spiccano per padronanza di tecnica e per assenza assoluta di banalità, per unicità e calore, per cultura e luci.

Anche questo suo modo di esprimersi, in passato, è stato riconosciuto, apprezzato e premiato in diverse occasioni, alimentando in lei una voglia di affermazione che sicuramente non tarderà a raggiungere.